testata per la stampa della pagina
/
condividi

Tassa sui rifiuti (TARI)

Componente dell'imposta unica comunale (IUC)


Dal 1° gennaio 2014, in sostituzione della TARES, è istituita la tassa sui rifiuti (TARI) componente dell'imposta unica comunale (IUC), destinata a finanziare i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, a carico dell'utilizzatore.
La TARI è disciplinata nell'unico articolo della legge 27 dicembre 2013, n. 147, nei commi dal n. 641 al n. 668 e in successivi commi per aspetti comuni alle altre componenti (IMU e TASI) della IUC. Ulteriori disposizioni modificative ed integrative sono intervenute per effetto del decreto-legge del 6 marzo 2014, n. 16, convertito con modificazioni nella legge 2 maggio 2014, n. 68.
Tale disciplina è integrata dal Regolamento comunale sottoindicato.

Per l'anno 2018, i termini di pagamento delle tre rate della TARI sono fissati al 30 aprile, 31 agosto e 31 ottobre dell'anno 2018, con possibilità di pagare in unica soluzione entro il 30 aprile 2018. 

L'Ufficio Tributi provvede per l'invio ai contribuenti dell'avviso di pagamento con relativi modelli F24 di versamento precompilati.
In caso di smarrimento o di mancato recapito dell'avviso di pagamento e modelli di versamento, rivolgersi a detto Ufficio per riceverne un duplicato.

In relazione agli eventi sismici verificatisi dal 24/8/2016, è possibile escludere la tassazione sugli immobili interessati da ordinanza sindacale di sgombero. A tal fine all'Ufficio Tributi va presentata dichiarazione di cessazione di occupazione dell'immobile interessato da ordinanza e dichiarazione di nuova occupazione dell'immobile in cui è stabilita la nuova dimora o la sede dello studio o azienda.



 

 

RAVVEDIMENTO OPEROSO


Il contribuente ha la possibilità di regolarizzare in via spontanea, con riduzione delle sanzioni, le violazioni ed omissioni connesse agli obblighi di versamento e di dichiarazione - prima che le stesse siano constatate o siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche od altre attività amministrative di accertamento di cui il contribuente abbia avuto formale conoscenza.

Termini e modalità di definizione

La sanzione è ridotta nelle seguenti misure:

  • entro il quattordicesimo giorno dalla data di scadenza, la sanzione è pari al 0,1% (1/10 dell'1%) giornaliero per ogni giorno di ritardo. Ad esempio se la regolarizzazione avviene il quarto giorno la sanzione sarà pari a: 0,1% x 4 = 0,4%, se la regolarizzazione avviene il quattrodicesimo giorno la sanzione sarà pari a: 0,1% x 14 = 1,4%.
  • dal quindicesimo giorno dalla normale scadenza ed entro 30 giorni dalla stessa la sanzione è pari al 1,5% (1/10 del 15%).
  • oltre il trentesimo giorno dal termine fissato per il versamento ed entro 90 giorni dal medesimo termine la sanzione è pari al 1,67% (1/9 del 15%).
  • oltre il novantesimo giorno dal termine fissato per il versamento ed entro un anno dal medesimo termine la sanzione è pari al 3,75% (1/8 del 30%).
  • a 1/10 del minimo di quella prevista per l'omissione della presentazione della dichiarazione, se questa viene presentata con ritardo non superiore a novanta giorni dalla data di scadenza;
 

Il pagamento della sanzione ridotta deve essere eseguito contestualmente alla regolarizzazione del pagamento del tributo.

Sull'imposta dovuta (al netto delle sanzioni) vanno poi calcolati gli interessi in funzione dei giorni intercorrenti tra il termine di legge entro cui doveva essere eseguito il versamento e la data in cui si esegue la regolarizzazione. Per il calcolo occorre tener conto delle seguenti percentuali d'interesse:

  • 2,5% annuo dal 01/01/2012 al 31/12/2013
  • 1% annuo dal 01/01/2014 al 31/12/2014
  • 0,5% annuo dal 01/01/2015 al 31/12/2015
  • 0,2% annuo dal 01/01/2016 al 31/12/2016
  • 0,1% annuo a partire dal 1/1/2017
 

Utilizzando il Link sotto indicato è possibile effettuare il calcolo dell'importo dovuto avvalendosi del ravvedimento.

 

Per la tassa rifiuti giornaliera (TARIG) rivolgersi agli uffici dell'ABACO SpA come indicato nelle seguenti pagine della sezione Tributi:
I.C.P. - Imposta comunale sulla pubblicità
D.P.A.- Diritti sulle pubbliche affissioni
TOSAP- Tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche

 

 
 

 

Modulistica


 

Valuta questo sito: RISPONDI AL QUESTIONARIO